Versione tedesca del sito
NEWS DALLA LETTERATURA SCIENTIFICA

Choosing Wisely: 5 nuove raccomandazioni dell’American Academy of Nursing

Giovedì 10 Maggio 2018

L'American Academy of Nursing, come parte del progetto Choosing Wisely – il cui obiettivo è favorire il colloquio tra clinici e pazienti per evitare trattamenti inappropriati – ha recentemente pubblicato altri cinque test, trattamenti e procedure praticati regolarmente nelle corsie degli ospedali che il personale dovrebbe invece mettere in discussione.

Queste cinque nuove raccomandazioni si aggiungono alle venti precedenti elaborate negli ultimi anni. Il corpus rappresenta un distillato di “saggezza evidence-based” che contribuisce a migliorare la qualità del lavoro del personale infermieristico e la qualità delle cure per i pazienti.

Non rimuovere i peli nel sito chirurgico, inclusi i capelli sulla testa del/della paziente, ma se i capelli devono essere rimossi, devono essere tagliati e rasati.

La rimozione dei peli nel sito chirurgico è stata infatti associata ad un aumento del tasso di infezioni a causa del microtrauma indotto da rasoio E le infezioni postoperatorie delle ferite ovviamente aumentano i costi e la durata della degenza ospedaliera.

Non utilizzare regolarmente calze a compressione graduata nei/nelle pazienti chirurgici come profilassi meccanica per prevenire il tromboembolismo venoso (TEV) dopo l'intervento, ma considerare l'uso di dispositivi di compressione pneumatici intermittenti (IPC).

Questi ultimi dispositivi minimizzano gli effetti negativi sulla pelle, promuovono il comfort del/della paziente e consentono la valutazione del medico rispetto alle calze a compressione graduata.

I pazienti pediatrici ricoverati in ospedale non devono sottoporsi a monitoraggio continuo della respirazione cardiaca o del pulsossimetro, a meno che ciò non sia giustificato.

Quando si verificano alti livelli di falsi allarmi nell'ambiente di lavoro, gli allarmi clinicamente significativi possono passare sotto silenzio o non essere riconosciuti, oltre a creare una sensazione di falsa sicurezza che gli/le infermieri/e possono notare più facilmente qualsiasi cambiamento nel/nella paziente.

I/le bambini/e e gli/le adolescenti emodinamicamente normali con lievi danni isolati di organi solidi non richiedono ripetuti esami di laboratorio di emoglobina ed ematocrito.

Quelle misurazioni a intervalli di tempo prestabilito non sono più indicate come rivelatori precoci di instabilità che è definita invece da criteri fisiologici: tachicardia o ipotensione, tachipnea, bassa emissione di urina, alterazione dello stato mentale o qualsiasi significativo deterioramento clinico che giustifichi un maggiore livello di cura e indagine.

Non utilizzare restrizioni fisiche o chimiche, al di fuori delle situazioni di emergenza, quando ci si prende cura di pazienti con demenza a lungo termine che presentano sintomi comportamentali e psicologici di disagio.

I sintomi comportamentali e psicologici di disagio (BPSD) includono aggressività, agitazione, vagabondaggio, vocalizzazioni dirompenti, ecc. Poiché i BPSD sono spesso innescati da un cambiamento delle condizioni fisiche, un bisogno insoddisfatto o un ambiente che supera la soglia di stress della persona, è importante che questi trigger siano considerati come prima linea di trattamento piuttosto che ricorrere a restrizioni fisiche o interventi farmacologici a rischio di effetti avversi.

 
Fonte:
American Academy of Nursing. Twenty-five things nurses and patients should question. Released October 16, 2014 (1-5), April 23, 2015 (6-10), June 12, 2016 (11-15), March 21, 2017 (16-20) and April 19, 2018 (21-25).
 

Data di ultimo aggiornamento:11/11/2019  - Tutti i diritti riservati © 2019
Provincia Autonoma di Bolzano - Dipartimento Salute, Banda larga e Cooperative
Ufficio Ordinamento sanitario