Versione tedesca del sito
NEWS DALLA LETTERATURA SCIENTIFICA

Chi ha paura della colonscopia…

Venerdì 18 Ottobre 2019

La colonscopia è la procedura endoscopica più comunemente eseguita e nel complesso è considerata a basso rischio, tuttavia gli eventi avversi correlati hanno una significativa rilevanza clinica. L'American Society for Gastrointestinal Endoscopy Standards of Practice Committee ha realizzato una revisione sistematica con metanalisi proprio per aggiornare le stime degli eventi avversi relativi alla colonscopia.

Gli studi che valutano la prevalenza e i fattori associati agli eventi avversi sono eterogenei e i dati basati sulla popolazione sono pochi. Nella revisione l'American Society for Gastrointestinal Endoscopy si è occupata di perforazione, sanguinamento e mortalità, ma ha anche esaminato gli eventi avversi associati a tecniche di resezione avanzate e ad altri meno comuni, con questi risultati:

  • La percentuale di perforazione tra oltre 10 milioni di colonscopie era 5,8 per 10.000. La polipectomia non era associata al rischio di perforazione. I fattori legati al paziente (diverticolosi, malattia infiammatoria intestinale, uso di corticosteroidi, alcune condizioni di comorbilità) e i fattori del fornitore (esperienza, volume, prestazioni da parte di un non gastroenterologo) sono stati associati ad un aumentato rischio di perforazione.
  • Il rischio di sanguinamento tra oltre 5,5 milioni di colonscopia era 2,4 per 1000 ed era associato a polipectomia. La dimensione del polipo era il fattore di rischio riportato più spesso per l'emorragia postpolipectomia.
  • Il tasso aggregato di morti attribuibili direttamente alla colonscopia era di 3 su 100.000.
  • Il tasso di perforazione dopo resezione endoscopica della mucosa (EMR) era significativamente inferiore rispetto alla dissezione sottomucosa endoscopica (ESD; 1,1% vs. 7,2%), ma i tassi di sanguinamento post-processuale erano comparabili (4,0% e 2,2%).
  • L'incidenza della sindrome da elettrocoagulazione postpolipectomia varia tra lo 0,003% e l'1% ed è maggiore nei pazienti sottoposti a ESD.
  • La lesione splenica è rara ma probabilmente sottostimata; il rapido riconoscimento e la gestione sono fondamentali per la morbilità e la mortalità che sono associate (5%).
  • Gli eventi avversi di colonscopia nei bambini sono rari (dall'1,1% al 2,4%) e più comunemente associati alla polipectomia.

Questa preziosa mole di informazioni potrebbe rivelarsi utile per il processo del consenso informato, in particolare quando sono richieste tecniche di resezione avanzate.

Fonte
Kothari ST et al. ASGE review of adverse events in colonoscopy. Gastrointest Endosc 2019 Sep 25. pii: S0016-5107(19)32115-7.

 

Data di ultimo aggiornamento:11/11/2019  - Tutti i diritti riservati © 2019
Provincia Autonoma di Bolzano - Dipartimento Salute, Banda larga e Cooperative
Ufficio Ordinamento sanitario