Versione tedesca del sito
NEWS DALLA LETTERATURA SCIENTIFICA

Correre, anche poco ma correre

Venerdì 08 Novembre 2019

Correre anche soltanto 5 minuti al giorno sembra sia in grado di prolungare la durata della vita. Questo è il messaggio che arriva da una metanalisi pubblicata sul British Journal of Sports Medicine.

Per giungere a questi risultati, i ricercatori hanno sistematicamente riesaminato ricerche, presentazioni di conferenze e tesi di dottorato pubblicati in un’ampia gamma di database accademici. L’analisi alla fine ha incluso i dati di sei coorti potenziali che comprendevano oltre 230.000 adulti in cui sono state prese in esame le associazioni tra corsa e mortalità. Nel complesso l’11% dei partecipanti è deceduto durante un follow-up dai 5 ai 35 anni. In generale, i corridori avevano un rischio di mortalità inferiore del 27% rispetto ai non corridori e il dato riguardava sia le donne che gli uomini, mentre nella sottoanalisi sono state osservate riduzioni del rischio per mortalità cardiovascolare e per cancro.

Il dato più notevole è che anche piccole quantità di corsa, ad esempio una volta a settimana o per meno di 50 minuti a settimana, sono state associate a riduzioni della mortalità per tutte le cause. Non è chiaro invece quanto sia efficace correre per evitare il rischio di morte per qualsiasi causa e in particolare per malattie cardiovascolari e cancro, né se aumentare la frequenza, la durata e il ritmo – in altre parole, aumentando la "dose" – potrebbe essere ancora più vantaggioso: apparentemente questa associazione non con la dose non esiste.

Ovviamente, si parla di uno studio osservazionale che, come tale, non può stabilire un rapporto causale. E i ricercatori avvertono che il numero di studi inclusi era relativamente piccolo e che i metodi usati variavano in maniera considerevole, il che potrebbe aver influenzato i risultati.

"Non trovare una tendenza non significa che la tendenza non esiste", avverte poi Pedišić. Una tendenza potrebbe essere troppo piccola per essere rilevata all’interno della dimensione del campione. Studiare gli effetti sulla salute della corsa ‘pesante’ può essere difficile perché non ci sono molte persone che corrono così tanto”.

Tuttavia, i dati suggeriscono comunque con una certa forza che qualsiasi quantità di corsa è meglio che niente, quindi "L’aumento dei tassi di partecipazione alla corsa, indipendentemente dalla sua dose, probabilmente porterebbe a miglioramenti sostanziali nella salute della popolazione e nella longevità".

Fonte
Pedisic Z et al. Is running associated with a lower risk of all-cause, cardiovascular and cancer mortality, and is the more the better? A systematic review and meta-analysis. British Journal of Sports Medicine. Published Online First: 04 November 2019.

 

Data di ultimo aggiornamento:11/12/2019  - Tutti i diritti riservati © 2019
Provincia Autonoma di Bolzano - Dipartimento Salute, Banda larga e Cooperative
Ufficio Ordinamento sanitario