Versione tedesca del sito
NEWS DALLA LETTERATURA SCIENTIFICA

Corsi EbM: i vantaggi delle piccole dosi

Venerdì 15 Gennaio 2010

Quali caratteristiche deve avere un corso che vuole insegnare l'evidence-based medicine per essere efficace? A questa domanda cerca di rispondere un articolo pubblicato sulla rivista canadese Open Medicine.

Nello studio sono stati coinvolti 15 centri nordamericani ed europei e 420 soggetti che hanno risposto alle domande di uno specifico questionario, prima e dopo aver frequentato un corso EbM.
E' emerso che corsi molto lunghi non sono necessari e che, piuttosto, corsi brevi potrebbero essere più efficaci; è opportuno che il numero di partecipanti sia limitato, che vengano affrontati pochi argomenti; è importante prevedere sempre moduli dedicati alla statistica; fondamentale la partecipazione attiva di chi frequenta il corso.
Come interpretare tali risultati in termini di costi? Prevedere corsi in piccoli gruppi comporta sicuramente maggiori spese, ma gli altri elementi implicano risparmi (brevità dei corsi) o spese di pari entità (partecipazione attiva, moduli di statistica, numero limitato di argomenti).

Fonte:
Kunz R, Wegscheider K, Fritsche L, Schünemann HJ, Moyer V, Miller D, Boluyt N, Falck-Ytter Y, Griffiths P, Bucher HC, Timmer A, Meyerrose J, Witt K, Dawes M, Greenhalgh T, Guyatt GH. Determinants of knowledge gain in evidence-based medicine short courses: an international assessment. Open Med 2010; 1(1):e3-e10.

 

Data di ultimo aggiornamento:10/12/2019  - Tutti i diritti riservati © 2019
Provincia Autonoma di Bolzano - Dipartimento Salute, Banda larga e Cooperative
Ufficio Ordinamento sanitario