Versione tedesca del sito
NEWS DALLA LETTERATURA SCIENTIFICA

JAMA: Lo stile di vita: una vera e propria medicina

Mercoledì 11 Agosto 2010

Le principali cause di morte nella popolazione adulta statunitense sono legate allo stile di vita: fumo, cattive abitudini alimentari, mancanza di esercizio fisico, consumo eccessivo di alcol.

Inizia così un commento del JAMA: migliorare lo stile di vita,infatti, può avere un grande impatto sulla mortalità, sulla morbilità e sui costi dell’assistenza sanitaria. E’ pertanto cruciale aiutare le persone e le famiglie ad adottare comportamenti che possono avere ripercussioni positive sulla salute e sulla qualità di vita.

 Non basta suggerire, al termine di una visita, di perdere peso o di smettere di fumare, anche se spesso non si fa neanche questo: sono necessari interventi strutturati, e andrebbero sviluppate delle vere e proprie competenze in “stili di vita”, anche a livello di curriculum medico.

L’autrice e l’autore dell’articolo, Liana Lianov e Mark Johnson, danno una serie di indicazioni. Eccone alcune:

• valutare i “segni vitali” dello stile di vita, chiedendo informazioni su dieta, attività fisica, body mass index, stress, sonno, consumo di fumo e di alcol;

• sulla base delle informazioni raccolte prescrivere test per individuare, diagnosticare e monitorare malattie che possono essere associate a cattivi stili di vita;

• utilizzare linee guida nazionali per aiutare le/i pazienti a modificare i loro comportamenti;

• stabilire rapporti con pazienti e famiglie per sostenerle e utilizzare strumenti di counseling e follow-up basati sulle evidenze;

• coinvolgere, se necessario, altri specialisti/e.

A chi indirizzare tali interventi?

A tutti coloro che si rivolgono alla medicina di base, privilegiando le persone delle fasce più deboli. Si leggano a tale proposito sul BMJ gli articoli di Fiona Godlee, Michael Marmot e di David Stuckler: dichiarano con forza che i tagli delle spese nel welfare (dovuti alla crisi economica) hanno pesanti ripercussioni sulla salute della popolazione, ancor più dei tagli sulle spese sanitarie: in periodi di crisi sarebbe più sensato aumentare, piuttosto che diminuire, tali investimenti.

Fonti:
Lianov L, Johnson M. Physician competencies for prescribing lifestyle medicine. JAMA. 2010;304(2):202-203.Godlee F. Dreaming of a fairer world. BMJ 2010;341:c3658.
Marmot M. BMA presidency acceptance speech: fighting the alligators of health inequalities. BMJ 2010 341: c3617.
Stuckler D, Basu S, McKee M. Budget crises, health, and social welfare programmes. BMJ 2010 340: c3311.
 


 

 

 

 

Data di ultimo aggiornamento:10/12/2019  - Tutti i diritti riservati © 2019
Provincia Autonoma di Bolzano - Dipartimento Salute, Banda larga e Cooperative
Ufficio Ordinamento sanitario