Versione tedesca del sito
NEWS DALLA LETTERATURA SCIENTIFICA

Cochrane Library: Vaccini influenzali in primo piano

Martedì 21 Settembre 2010

Quanto sono efficaci i vaccini nella prevenzione dell'influenza, delle sindromi parainfluenzali e delle loro conseguenze negli adulti sani? Ci sono dei rischi legati alla vaccinazione di questa popolazione?
Risponde a tali quesiti il quarto aggiornamento della revisione Cochrane sugli effetti dei vaccini antiinfluenzali sugli individui sani dai 16 ai 65 anni, pubblicato sul Journal Club della Cochrane Library.

Ecco alcuni dei risultati:
In caso di matching completo tra il vaccino ed il ceppo virale circolante una media di 33 adulti sani devono essere vaccinati per evitare che un individuo sviluppi sintomi influenzali; nel caso in cui il matching sia incompleto o non riportato, bisogna vaccinarne 100.

Da studi effettuati su più di 21 milioni di persone emerge come, per ogni milione di soggetti vaccinati, si verifichino da 1,6 a 10 casi in più di sindrome di Guillain Barré.

I vaccini anti-influenzali hanno un effetto modesto nei soggetti adulti sani nel ridurre i sintomi e i giorni di lavoro persi.

Non vi è evidenza che i vaccini possano ridurre le complicazioni (polmoniti) o la trasmissione del virus.
Durante i mesi invernali si verificano 7 casi di “influenza-like illness” su 100 adulti, ma meno di uno di essi è causato dal virus influenzale.

Fonte:

Jefferson T, Di Pietrantonj C, Rivetti A, Bawazeer GA, Al-Ansary LA, Ferroni E. Vaccines for preventing influenza in healthy adults. Cochrane Database of Systematic Reviews 2010, Issue 7. Art. No.: CD001269. DOI: 10.1002/14651858.CD001269.pub4

 

Data di ultimo aggiornamento:11/12/2019  - Tutti i diritti riservati © 2019
Provincia Autonoma di Bolzano - Dipartimento Salute, Banda larga e Cooperative
Ufficio Ordinamento sanitario