Versione tedesca del sito
NEWS DALLA LETTERATURA SCIENTIFICA

Dati falsi e pubblicazioni: giro di vite?

Martedì 31 Marzo 2009

Quattro studi accettati e programmati per la pubblicazione non saranno più pubblicati sulla rivista Journal of Clinical Investigation perché sono state evidenziate incongruenze tra il testo dell’articolo e le figure allegate.

 

Lo ha deciso la redazione della rivista dopo aver messo in evidenza alterazioni, imprecisioni, errori nell’elaborazione dei dati, errori di procedura che riguardano in particolare i grafici e le figure degli articoli scientifici.

"In molti casi il controllo incrociato con i dati presenti nel testo porta a scoprire ulteriori problemi nei dati degli studi. Forse è il caso di ripassare qualche nozione sperimentale base, per molti ricercatori", ha dichiarato Ushma S. Neill, direttrice del Journal of Clinical Investigation. "Quando poi facciamo presenti i problemi riscontrati agli autori senior degli studi, cadono dalle nuvole e tendono a incolpare i loro collaboratori o i programmi generatori di dati, e personalmente trovo questa reazione ingenerosa. Se sei il primo autore di uno studio è tua precisa responsabilità verificare la correttezza dei dati. C’è il tuo nome là sopra!”, chiosa senza peli sulla lingua la Neill.

In sostanza si chiede ai ricercatori di essere super rigorosi nella pratica quotidiana e di pensare a ogni esperimento come se fosse quello con la e maiuscola. Accanto a questi suggerimenti pratici vi è anche una riflessione di natura etica. Purtroppo oggi, come sostiene la stessa Neill, ogni ricercatore sente forte l’oppressione del “publish or perish” che è una delle cause dell’aumento delle piccole o grandi frodi scientifiche.

Fonte:
Neill Us. All data are not created equal. J Clin Invest 2009; 119(3):424-424, doi:10.1172/JCI38802.
 

 

Data di ultimo aggiornamento:11/11/2019  - Tutti i diritti riservati © 2019
Provincia Autonoma di Bolzano - Dipartimento Salute, Banda larga e Cooperative
Ufficio Ordinamento sanitario