Versione tedesca del sito
NEWS DALLA LETTERATURA SCIENTIFICA

Nuovo Codice Deontologico degli Infermieri/e

Venerdì 06 Febbraio 2009

Pronto il nuovo Codice Deontologico degli Infermieri/e: entrerà in vigore dopo la proclamazione ufficiale che avverrà in occasione del XV Congresso Nazionale in programmazione a Firenze dal 26 al 28 febbraio.

 

"Un Codice Deontologico contiene le esigenze etiche di una professione e rappresenta con forza il suo elemento di identità, lo strumento attraverso il quale un professionista si presenta alla società", ha dichiarato Francesco Falli, Presidente Collegio Ipasvi di La Spezia. Il codice deontologico è lo strumento che orienta e guida il/la professionista nelle scelte di comportamento, nel fornire i criteri per affrontare i dilemmi etici e deontologici.

Il codice regolamenta le scelte etiche dell’infermiere/a nel rispetto della propria coscienza ma anche del diritto del paziente di essere assistito nel miglior modo possibile. L’articolo 8, dei 51 che compongono il codice, sancisce la libertà dell’infermiere di "avvalersi della clausola di coscienza, facendosi garante delle prestazioni necessarie per l’incolumità e la vita dell’assistito", si legge nel codice. Per la prima volta si esplicita il diritto dell’infermiere/a all’obiezione di coscienza. Viene anche garantita, dall’articolo 36, la tutela "della volontà dell’assistito di porre dei limiti agli interventi che non siano proporzionati alla sua condizione clinica e coerenti con la concezione da lui espressa della qualità della vita".
"La nostra intenzione è quella di mettere al centro il paziente e le norme inserite nel codice sanciscono un principio già proclamato della Carta di Oviedo che riguarda proprio i diritti del paziente", ha dichiarato Annalisa Silvestro presidentessa dell’Ipasvi.

Fonte:
Il Codice Deontologico 2009

 

Data di ultimo aggiornamento:11/11/2019  - Tutti i diritti riservati © 2019
Provincia Autonoma di Bolzano - Dipartimento Salute, Banda larga e Cooperative
Ufficio Ordinamento sanitario