Versione tedesca del sito

Glossario

Tutte | 0-9 | A | B | C | D | E | F | G | H | I | J | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V | W
Pagina:  « Precedente 1 2

R

Termine Definizione
Ricerca qualitativa

Qualitative research

Ogni genere di ricerca che produce risultati non ottenuti attraverso procedure statistiche o altri strumenti di quantificazione. Alcuni dati possono essere quantificati ma l’analisi in sé è di tipo qualitativo. Uno studio approfondito di osservazioni uniche.

Ricerca quantitativa

Quantitative research

Ricerca basata su serie di osservazioni, in cui i fenomeni vengono misurati, quantificati, contati, descritti ed analizzati con metodi statistici. Uno studio approfondito di osservazioni multiple.

Riduzione assoluta del rischio (ARR)

Absolute riskreduction (ARR)
La differenza nel tasso dell’evento tra il gruppo di controllo (control event rate, CER) e il gruppo trattato (experimental event rate, EER): ARR = CER - EER.

Riduzione relativa del rischio (RRR)

Relative risk reduction (RRR)

La riduzione percentuale in eventi nel tasso dell’evento nel gruppo trattato (EER) confrontato con il tasso dell’evento nel gruppo di controllo (CER): RRR = (CER-EER) / CER.

Riproducibilità

Reproducibility

I risultati di un test o di una misura sono identici o fortemente simili ogni volta che si esegue.

Rischio

Risk

La probabilità che un evento si presenti in un particolare paziente o gruppo di pazienti. Il rischio può essere espresso come frazione decimale o come percentuale (0,25 = 25%).

Rischio relativo (RR)

Relative risk (RR)

Il rapporto del rischio di un evento nel gruppo sperimentale confrontato con quello del gruppo di controllo (RR = EER / CER). Non va confuso con la riduzione relativa del rischio.

Rispondenza

Le posizioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) e dell’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) concordano nel definire «rispondente» quel sistema sanitario che «risponde» appunto alle aspettative di tutti coloro che ne usufruiscono. Misurare la rispondenza significa dunque quantificare il grado di soddisfazione dell’utenza, che include una molteplicità di aspetti che vanno ben oltre i risultati sanitari dell’assistenza.
Secondo l’OMS, all’interno del concetto generale di soddisfazione delle aspettative può essere comunque fatta una distinzione basilare tra il rispetto della persona, che è l’area più soggettiva della rispondenza, e l’orientamento verso il cliente, che include invece le caratteristiche più oggettive (quali la tempestività degli interventi, il livello di comfort delle strutture, ecc.).
È evidente che l’area soggettiva ha un peso molto rilevante nella determinazione della rispondenza; più precisamente si può affermare che, per questa dimensione della performance, il confine tra elementi oggettivi ed elementi soggettivi è difficilmente tracciabile in quanto la sua definizione implicherebbe la conoscenza di ciò che sta all’origine della soddisfazione o dell’insoddisfazione individuale e che in qualche modo ne costituisce la causa, nonché la possibilità di separare da tale ipotetica matrice causale i fattori più controllabili (in quanto derivanti dal sistema sanitario) da quelli meno controllabili (perché più specificatamente connessi alle caratteristiche intrinseche dell’individuo).
Si suggerisce quindi un’analisi allargata della rispondenza, in grado cioè di valutare la naturale relazione esistente tra le aspettative del singolo e le caratteristiche dell’offerta assistenziale.
In particolare, è necessario sottolineare la correlazione tra rispondenza e accessibilità dal momento che il riconoscimento e la realizzazione dei bisogni dell’utenza non possono non considerare gli aspetti geografici e logistici dell’assistenza, cioè appunto dell’accessibilità e dell’adeguatezza, e, più in generale, le modalità organizzative ed economiche del sistema in esame. In quest’ottica, l’ulteriore sforzo da compiere è quello di tentare di applicare tale approccio integrato anche agli aspetti più difficilmente quantificabili o per i quali sono meno intuibili le implicazioni sul piano economico e organizzativo.

Rivista open access

Open access journal

E' una rivista disponibile gratuitamente a tutti i lettori attraverso internet.

RSS

Really Simple Syndication

Tecnologia sulla quale si basa la distribuzione automatica dei contenuti di un portale. I contenuti sono distribuiti attraverso appositi file chiamati feed RSS. (Fonte: Santoro E, Web 2.0 e Medicina, 2009)

Ruoli di genere

Gender roles Gli specifici ruoli sociali ed economici che la società considera appropriati per donne e uomini. Gli uomini sono identificati principalmente con ruoli produttivi che tendono a essere sequenziali, mentre le donne hanno un triplice ruolo: responsabilità domestiche, lavoro produttivo e attività comunitarie che spesso devono essere condotte contemporaneamente. I ruoli e le responsabilità legati al genere variano tra le culture e possono mutare nel corso del tempo. In quasi tutte le società i ruoli delle donne tendono a essere sottovalutati.

Pagina:  « Precedente 1 2
Glossary 2.64 is technology by Guru PHP

Data di ultimo aggiornamento:11/11/2019  - Tutti i diritti riservati © 2019
Provincia Autonoma di Bolzano - Dipartimento Salute, Banda larga e Cooperative
Ufficio Ordinamento sanitario