Versione tedesca del sito

Glossario

Tutte | 0-9 | A | B | C | D | E | F | G | H | I | J | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V | W
Pagina:  « Precedente 1 2 3 4 5... Successiva »

Tutte

Termine Definizione
Casistica

Casuistics

La registrazione e lo studio dei casi di qualsiasi malattia. L’osservazione, l’analisi e l’interpretazione di casi clinici. L’arte di scegliere, raggruppare, strutturare e comunicare informazioni pragmatiche su casi clinici di rilievo. La casistica mira ad offrire una migliore comprensione di un determinato problema sanitario e a migliorare, di conseguenza, le decisioni cliniche.

Caso

Case

Un esempio particolare di malattia, come la leucemia. Talvolta usato in modo scorretto per indicare il paziente malato.

Caso indice

Index case

Il primo caso in una famiglia o in un altro gruppo definito (portatori di malattia, ecc.) che arriva all’attenzione del ricercatore. Spesso usato per formulare ipotesi preliminari e definire criteri per la selezione e il follow-up di casi futuri, come nell’indagine su un’epidemia di una malattia infettiva. Nella genetica medica, il caso indice rappresenta un paziente originale (proposito o probando) che fornisce lo stimolo per studiare altri membri della famiglia in modo da accertare un possibile fattore genetico come causa della condizione presente.

Cecità

Blinding

Una tecnica usata nella ricerca per eliminare possibili bias nascondendo l’intervento al paziente, al clinico e/o ad altri ricercatori che stanno interpretando i risultati.

Cecità rispetto al genere

Gender blindness Il non riconoscere che il genere è un determinante essenziale a livello sociale, salute compresa. In medicina si manifesta con la carenza di ricerche che contengono dati disaggregati in base al sesso, sulla base del presupposto che non ci siano differenze tra maschi e femmine. La cecità rispetto al genere influenza negativamente la diagnosi e la gestione dei problemi di salute sia per le donne sia per gli uomini.

Chronic Care Model

Il Chronic Care Model (CCM) è un modello di assistenza medica dei/delle pazienti affetti da malattie croniche sviluppato dal professor Wagner e dai suoi colleghi del McColl Insitute for Healthcare Innovation, in California. Il modello propone una serie di cambiamenti a livello dei sistemi sanitari utili a favorire il miglioramento della condizione dei/delle malati/e cronici/croniche e suggerisce un approccio “proattivo” tra il personale sanitario e le/i pazienti stessi, con queste/i ultime/i che diventano parte integrante del processo assistenziale.

Il CCM è caratterizzato da sei componenti fondamentali:
- Le risorse della comunità;
- Le organizzazioni sanitarie;
- Il sostegno all’autocura;
- L’organizzazione del team;
- Il sostegno alle decisioni;
- I sistemi informativi per tentare di valutarne la fattibilità di applicazione allo specifico contesto nazionale.

Mentre i primi due punti sono caratterizzati da una forte valenza politica, gli ultimi quattro caratterizzano il percorso assistenziale delle/dei pazienti affetti da disturbi cronici. Secondo il CCM, informare le/i pazienti e fornire loro un valido supporto all’autocura è un processo di fondamentale importanza per il raggiungimento di un miglior stato di salute che, nel caso dei malate/i croniche/i, può essere mantenuto anche in assenza di una continua assistenza medica. L’organizzazione del percorso assistenziale deve garantire un perfetto coordinamento tra tutto il personale sanitario, compreso quello non medico, che riveste un ruolo fondamentale nel supporto alle/ai pazienti affette/i da disturbi cronici. Il personale sanitario deve poter accedere a fonti d’aggiornamento continue di sviluppo professionale per l’assistenza alle/ai malate/i cronici e ogni decisione clinica deve essere supportata da protocolli e linee guida che garantiscano la massima efficacia del trattamento assistenziale. Un ampio sistema di informazioni cliniche, in formato digitale o cartaceo, è indispensabile secondo il CCM, per fornire alle/agli operatrici/operatori sanitari i dati relativi alle/ai pazienti o a gruppi di pazienti affette/i da disturbi cronici specifici. Analizzando il database e i programmi di assistenza le/gli operatrici/operatori sanitarie/sanitari possono così mettere a punto le migliori strategie di cura o piani individuali di assistenza personalizzata, valutandone in seguito la loro efficacia.

Fonti:
Bodenheimer T, Wagner EH, et al. Improving primary care for patients with chronic Illness. JAMA 2002;288:1775-9.
Coleman K et al. Evidence on the Chronic Care Model in the new millennium. Health Affairs 2009;28:75-85.
Epping-Jordan JE, Pruitt SD, et al. Improving the quality of health care for chronic conditions. Qual Saf Health Care 2004;13:299-305.
Marceca M, Ciccarelli S. Cronico. Care 2007; 3: 32-6.
Wagner HC. The role of patient care teams in chronic disease management. BMJ 2000;320:569-72.
Wagner HC, Austin BT, et al. Improving chronic illness care: Translating evidence into action. Health Aff 2001; 20(6): 64-78.

Citation analysis

L’analisi delle citazioni ricevute da un periodico o da un articolo e del loro impatto, utilizzata come indicatore della qualità della letteratura e della sua penetrazione nella comunità scientifica. È associata all’impact factor.

Citazione

Quotation/Citation

Come traduzione del termine inglese quotation, è un brano estrapolato dal lavoro di un altro autore spesso utilizzato come epigrafe o a corredo di un testo, frequentemente in apertura. È raccomandabile un uso parsimonioso nel caso di fonti particolarmente sfruttate. Come traduzione del termine inglese citation, va intesa come “riferimento bibliografico” ed è l’elemento cardine della scientometria e della bibliometria, nonché indicatore del percorso teorico compiuto da un autore.

Cited Half Life

Dà l’idea della vita media degli articoli di una rivista, indicando il tempo che è stato necessario a un articolo per raggiungere la metà del totale delle citazioni ottenute al momento della verifica. (Fonte: Perfetti O, Impact factor, h-index e la valutazione della ricerca, 2013)

Clinimetria

Clinimetrics

Un campo che si occupa di indici, scale di valutazione e altre espressioni utilizzate per descrivere e misurare i sintomi, i segni e altri fenomeni clinici nella medicina clinica. Un processo che si estende dal ritrovamento di osservazioni cliniche alla loro descrizione, interpretazione, classificazione e categorizzazione.

Codifica

Coding

L’assegnazione di codici (di solito numerici) a ciascuna categoria di ciascuna variabile.

Cointerventi

Co-interventions

Interventi diversi dal trattamento in studio che sono applicati in modo differente al gruppo di trattamento e a quello di controllo. Il cointervento è un problema serio quando è assente la cecità o quando è permesso l’uso di trattamenti non in studio molto efficaci.

Commercio di malattie

Disease mongering

Per "disease mongering" si intende la creazione di nuove malattie in modo da ampliare il mercato a favore di coloro che vendono e forniscono farmaci e trattamenti. E’ un processo che trasforma le persone sane in pazienti, le espone al rischio di subire danni iatrogeni e fa sprecare risorse preziose. Fonte: Moynihan R et al. Disease mongering is now part of the global health debate. Plos Med 5(5): e106 doi:10.1371/journal.pmed.0050106

Comorbilità

Comorbidity

Coesistenza di una malattia o di malattie in un partecipante allo studio in aggiunta alla condizione indice che è il soggetto di studio.

Conflitto di interessi

Conflict of interest

Contrasto tra gli interessi personali di un autore, di un direttore di rivista, di un editore o di un referee, e la convenienza dell’istituzione o dell’ente da lui rappresentato o della comunità della quale la stessa persona è agente.

Pagina:  « Precedente 1 2 3 4 5... Successiva »
Glossary 2.64 is technology by Guru PHP

Data di ultimo aggiornamento:21/03/2019  - Tutti i diritti riservati © 2016
Provincia autonoma di Bolzano - Dipartimento Salute, Sport, Politiche sociali e Lavoro
Ufficio Formazione del personale sanitario